L'attività

GEOLOGIA

il 16/07/1993, appena laureato, ho ricevuto incarichi professionali pluriennali dall'Università degli Studi di Siena per la realizzazione della Carta Geologica d'Italia e per la redazione dei fogli nn° 285 (volterra) - 295 (pomarance) - 306 (massa marittima) in scala 1:50.000 - cartografie pubblicate.

La geologia "classica" rimane alla base di ogni lavoro applicativo: ancora oggi, dopo 18 anni di professione, sono fortemente convinto di questa affermazione. Per questo, la mia formazione di geologo "rilevatore" mi ha consentito di approcciare qualsiasi problematica partendo da una visione d'insieme dell'ambiente geologico in cui è immersa.

L'approccio geologico è stato anche recentemente rivalutato dalla nuova normativa (NTC 2008) che richiede esplicitamente la redazione di una relazione geologica nella quale evidenziare il modello geologico.

Carte geologiche e sezioni geologiche forniscono indicazioni sulla geologia e la stratigrafia locale, indispensabili per ogni campo applicativo.

 

 

GEOLOGIA A SUPPORTO DELLA PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

La responsabilità del geologo nel definire le pericolosità del territorio, ha la priorità assoluta. L'esperienza nel redigere le carte geomorfologiche, l'individuazioni delle porzioni di territorio in pericolosità di frana e definire il limite territoriale di una piena fluviale, è stata acquisita sia durante la stesura delle Carte Geologiche d'Italia (per Università degli Studi di Siena) che di alcuni Piani Strutturali e Regolamenti Urbanistici per le Amministrazioni Comunali.

 

 

GEOTECNICA E GEOLOGIA APPLICATA

L'intervento del geologo è indispensabile nell'ambito della realizzazione di opere edili, stradali, di consolidamento, ecc.

La conoscenza delle caratteristiche geomeccaniche dei terreni deriva da indagini in sito e prove di laboratorio che eseguo in prima persona, come operatore, o tramite ditte specializzate e di sicuro affidamento, garantendo le certificazioni secondo la Circolare 08 settembre 2010, n. 7619 / STC[criteri per il rilascio dell'autorizzazione ai Laboratori per l'esecuzione e certificazione di indagini geognostiche, prelievo di campioni e prove in sito di cui all'art. 59 del D.P.R. n. 380/2001] e quindi altissima qualità con prezzi concorrenziali resi possibili da collaborazioni ormai decennali.

- Parametrizzazione geotecnica e geomeccanica dei terreni

- Interpretazione di prove in sito e di laboratorio geotecnico

- Monitoraggio (lettura e interpretazione di inclinometri; posa in opera e controllo di fessurimetri)

 

GEOFISICA

Prospezione Geoelettrica

Lo sfruttamento ottimale della risorsa acqua sotto il profilo della tutela ambientale e delle riserve disponibili, bonificare siti inquinati e pianificare il territorio da un punto di vista urbanistico, richiede una mirata indagine geo-fisica capace di definire le caratteristiche idrogeologiche ed ambientali dei terreni interessati. Lo studio geofisico dei terreni a mezzo di sondaggi elettrici verticali - S. E. V. - si presenta come la soluzione ideale a tali problematiche.

I sondaggi elettrici verticali S. E. V. vengono realizzati generalmente con il metodo di Schlumberger (dipolo simmetrico), i cui principi si basano sulla differente attitudine delle rocce a condurre elettricità e quindi ad avere una diversa resistività "rho". I S.E.V. rilevano infatti contrasti di conducibilità elettrica verticali permettendo così l'individuazione di falde sfruttabili.

L'indagine si sviluppa ovviamente anche mediante un preliminare studio della geologia e della geomorfologia generale della zona, approfondendo il rilievo geofisico con un rilevamento geologico di dettaglio per un intorno significativo dell'area in studio.

Utilizziamo tecniche di tomografia elettrica ed interpretazione tomografica dei risultati, utilizzando tecnologie all'avanguardia sempre in continua evoluzione ed aggiornamento

 

Prospezione Sismica

Le indagini geognostiche che utilizzano le metodologie sismiche sfruttano la proprietà dei terreni di farsi attraversare dalle onde dinamiche a diversa velocità. La sismica a rifrazione offre l'opportunità di definire gli spessori degli alterati superficiali in modo rapido ed economico permettendo, con l'interpretazione della velocità delle onde di taglio, di valutare in prima approssimazione ed in modo globale i parametri geotecnici e geomeccanici delle formazioni lapidee.

Utilizziamo tecniche di tomografia elettrica ed interpretazione tomografica dei risultati, utilizzando tecnologie all'avanguardia sempre in continua evoluzione ed aggiornamento

Si eseguono, inoltre, M.A.S.W., indagini per mezzo di "tromino", "down hole", georadar.

 

 

IDROGEOLOGIA

La ricerca di acqua nel sottosuolo può essere effettuata a seguito di uno studio approfondito della geologia locale, delle caratteristiche di permeabilità dei suoli e delle geometrie degli strati.

Lo sfruttamento dell'acqua di falda avviene attraverso la realizzazione di pozzi, eventualmente seguiti da specifiche prove di portata.

 

 

INDAGINI GEOTECNICHE IN SITO

Le indagini in sito possono essere di vario tipo: esse vengono scelte per numero e per tipologia sulla base del lavoro da eseguire e dei parametri da investigare. Ho la possibilità di effettuare, in prima persona o attraverso ditte specializzate, certificate, di sicuro affidamento ed a prezzi concorrenziali:

-prove penetrometriche dinamiche medie

-prove penetrometriche dinamiche super pesanti (D.P.S.H.)

-prove S.P.T. in foro (punta aperta o punta chiusa)

-prove penetrometriche statiche da 20t (con punta meccanica o elettrica)

-prove dilatometriche

-prove scissometriche in foro

-Vane Test

-prove di carico su piastra

-prove di carico su pali di fondazione

-sondaggi geognostici a carotaggio continuo e a distruzione di nucleo (carotiere semplice WIDIA, carotiere doppio t6 WIDIA, corona diamantata)

-prelievo di campioni indisturbati o con basso grado di disturbo (campionatori: Shelby; Ostemberg; Denison)

-misura delle pressioni neutre (posa in opera di piezometri a tubo aperto, tipo Casagrande, tipo speciale)

-pali trivellati e pali franki

-determinazioni del coefficiente di permeabilità in situ (prove in pozzetti superficli - prove in foro Lugeon e Lefranc)

-posa in opera di tubi inclinometrici

-letture inclimometriche ed interpretazione dei risultati di spostamento

-pozzi a percussione, a rotazione, a roto-percussione ad aria compressa a fanghi bentonitici

-prove di portata su pozzi e sorgenti

 

 

PROVE DI LABORATORIO

Programmazione, direzione ed interpretazione di prove di laboratorio geotecnico (es.: classificazioni terreni, limiti di Atterberg, taglio diretto, prove edometriche e triassiali, ecc.), debitamente certificate da Laboratori Autorizzati come prescritto dal DM 14/01/2008 e dalla Circolare 08 settembre 2010, n. 7618 / STC [criteri per il rilascio dell'autorizzazione ai Laboratori per l'esecuzione e certificazione di prove su terre e rocce di cui all'art. 59 del D.P.R. n. 380/2001].

 

CONSULENZE GIUDIZIARIE

Si effettuano consulenze per il Tribunale come CTU e consulenze di parte nel settore geologico-tecnico, talvolta con assistenza legale diretta se necessario.

 

 

 

PER SOPRALLUOGHI E PREVENTIVI GRATUITI telefona al 320/1638926